protetto Non Io, ma Noi | Il mio blog su sviluppo sostenibile ed ambiente

È possibile rendere protetto metà del pianeta?

Benvenut*!

Oggi parliamo di questo articolo pubblicato su Nature pochi giorni fa.

Gli autori ci raccontano di uno studio globale che rivela come, in molte eco-regioni, sia possibile preservare dei territori, rendendo di fatto possibile l’obiettivo di rendere zona protetta almeno metà del pianeta.

L’idea non è così recente: già la proponeva, al fine di evitare il collasso della biodiversità e degli ecosistemi.
Al momento il piano in corso è quello di proteggere il 17% della terra e il 10% delle aeree marine entro il 2020, facendo chiedere a molti se effettivamente l’obiettivo di metà terra protetto sia realizzabile.

Dinerstein e colleghi ci illustrano nello studio che è possibile, specie in quelle regioni ancora attualmente poco antropizzate, alcune delle quali già protette, che complessivamente potrebbero arrivare al target del 50% della terra protetto. È quindi possibile, anche se non dovunque.

Ma quali sono le regioni da conservare? Come trovare quale metà della Terra deve essere preservato? Di sicuro, luoghi che rappresentano le ultime nicchie ecologiche di un determinato habitat devono essere preservate, assieme a larghe aeree non ancora occupate dall’uomo.
I fattori che devono essere presi in considerazione non sono solo questi però: bisogna anche pensare alla conservazione attiva di questi luoghi, così come all’influenza del cambiamento climatico e ad altri fattori naturali.

Per quanto complicato, è possibile, e realizzabile in tempo relativamente breve.

Cosa ne pensate? Avete opinioni o suggerimenti su questo argomento?
Commentate o scrivetemi!
Love as thou wilt,
Noemi

Noemi Bardella

Rispondi

it Italian
X
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi