Spirit Day Non Io, ma Noi | Il mio blog su sviluppo sostenibile ed ambiente

Spirit Day

Benvenut*,
Oggi parliamo dello Spirit Day, che cade proprio oggi.

Cos’è lo Spirit Day?
Questa ricorrenza cade il terzo giovedì di ottobre ed è stata promossa dalla GLAAD a partire dal 2010, in seguito ad una serie di suicidi di giovani ragazzi gay principalmente a causa del bullismo subito per il loro orientamento sessuale.
Lo Spirit Day può essere osservato in tanti modi, il più semplice dei quali consiste nell’indossare qualcosa di viola, in richiamo alla bandiera arcobaleno inventata da Gilbert Baker, dove il viola rappresenta lo spirito.
Negli anni lo Spirit Day si è evoluto in una data importante per la comunità LGBT+, e nella giornata vengono organizzare manifestazioni utili ad aumentare la consapevolezza  del pubblico verso questi importanti temi.

Lo Spirit Day quest’anno assume connotazioni ancora più inclusive.
È inaccettabile, infatti, che non ci si possa sentire al sicuro negli spazi privati e pubblici a causa di atteggiamenti discriminatori o prepotenti di qualunque tipo. Quest’anno, viste le recenti vicende collegate ad Hollywood, e alla nascita dei tag #metoo e #quellavolta che stanno mostrando la magnitudine dei fenomeni di abuso nella nostra società, è ancora più importante secondo me ricordare che esiste un’alternativa che non implica il dominio e la prevaricazione, ma che al contrario promuove attivamente la cooperazione e l’accoglienza.

Perché è importante parlare di questi argomenti quando si tratta l’argomento dello sviluppo sostenibile?
Il motivo è semplice: lo sviluppo sostenibile ha come obiettivo la trasformazione della società attuale in un ambiente più sicuro e inclusivo per tutte le persone, a prescindere da razza, genere, orientamento, religione o altro. Lo Spirit Day è una di quelle iniziative che, seppur non palesemente collegate allo sviluppo sostenibile, possono far tanto nella creazione di un framework adatto all’inclusività, tratto distintivo della sostenibilità.

Cosa ne pensate? Avete opinioni o suggerimenti su questo argomento?
Commentate o scrivetemi!
Love as thou wilt,
Noemi

Ecco tre articoli simili a questo:
Diseguaglianze Sociali, Parte 1Diseguaglianze Sociali, Parte 2 | La teoria della trasformazione culturale di Riane Eisler

Noemi Bardella

Rispondi

it Italian
X
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi